LA PITTURE ENTRA IN OSPEDALE: 2° CONCORSO "ARTE IN CORSIA"

Si è svolto domenica 14 marzo 2010 la cerimonia di premiazione del 2° Concorso di Pittura “Arte in Corsia” organizzato in collaborazione tra il Reparto di Oncologia dell’Ospedale “Boldrini” di Thiene (Vicenza) e il Gruppo Artisti di Zugliano.
È una collaborazione in atto ormai da anni e che si sostanzia in una esposizione permanente di opere dei pittori del gruppo zuglianese nella corsia del Reparto di Oncologia di Thiene, opere che vengono dai singoli artisti cambiate tre volte all’anno.
Il Concorso di Pittura “Arte in Corsia”, a cadenza biennale, è nato proprio come tentativo di allargare anche ad altri gruppi artistici e ad altri reparti ospedalieri questa esperienza che a detta del personale del reparto, oltre ad abbellire la corsia, si è dimostrata utile ai pazienti e ai loro famigliari, distogliendoli per qualche momento dal pensiero della malattia.
Il Concorso, giunto quest’anno alla seconda edizione, si articola in una sezione di opere ad acquarello e una sezione di opere dipinte ad olio o con altre tecniche. Per ciascuna di queste sezioni erano previsti 3 premi e 5 segnalazioni, frutto del lavoro di una giuria di composta da Stefano Signorin, presidente Gian Franco Zovi, Antonietta Manea, Elsa Marsilio e Ivo Mosele.
Non solo la giuria ma anche gli organizzatori si sono trovati di fronte ad un numero impensabile di partecipanti, considerando che dai 91 della prima edizione, al 2° Concorso “Arte in Corsia” hanno presentato le loro opere ben 178 pittori provenienti un po’ da tutto il Veneto.
Per la sezione pittura ad acquarello, che ha avuto una sessantina di adesioni, la giuria ha assegnato il 1° premio a Dagli Orti Renato, il 2° premio a Polato Anna Maria e il 3° premio a Santacaterina Franco, mentre sono state segnalate le opere di Milvia Bortoluzzi, Anna Nado, Silvia Cusinato, Orietta Dal Santo e Roberta Basana.
Per la sezione di pittura ad olio ed altre tecniche, che ha avuto quindi più di cento adesioni, la giuria ha assegnato il 1° premio a Pino Bassetto, il 2° premio a Enzo Montagna ed il 3° premio a Franco Carollo, mentre sono state segnalate le opere di Raffaella Bassa, Gian Stupiggia, Nazarena Ballardin, Beniamino Ponza e Marisa Testolin.
Forse però, al di là dei premi assegnati dalla giuria del concorso, il vero significato dell’iniziativa va colto anzitutto nel numero dei partecipanti, che hanno posto seri problemi di spazio agli organizzatori, e quindi nello spirito che li animava.
In un reparto in cui non si entra volentieri, spesso chi consegnava la propria opera aveva un atteggiamento di disponibilità, di solidarietà umana e di partecipazione al dolore altrui che, a detta del primario dott. Bassan, è in definitiva il vero “premio”, quello che hanno vinto tutti, partecipanti ed organizzatori.